Il Top Team di Premier League 2016

Sta per calare il sipario sul 2016 di Premier League: tra stasera e domani, infatti, si giocherà gran parte del diciannovesimo turno del campionato inglese, che si concluderà nel giorno di Capodanno con due posticipi: Watford-Tottenham e Arsenal-Crystal Palace. È stato un anno ricco di emozioni e spettacolo, con numerosi colpi di scena e verdetti alquanto imprevedibili quello che si avvia verso la conclusione. Su tutti, ovviamente, spicca la vittoria del titolo da parte del Leicester di Ranieri, ma tra i momenti migliori ci sono anche la grande cavalcata che sta compiendo il Chelsea di Conte in questa prima parte di stagione, le grandi rimonte del Liverpool di Klopp (nel bene e nel male), l’eccezionale solidità difensiva del Tottenham, le imprese delle piccole contro le grandi e tanto, tanto altro. Per salutare al meglio l’anno solare abbiamo deciso di creare il nostro personalissimo Top Team del 2016 di Premier League, stilando una lista dei migliori giocatori ruolo per ruolo. Ecco la nostra squadra, composta da tre portieri, otto difensori, otto centrocampisti e sei attaccanti, proprio come avviene nel gioco del Fantacalcio.

Kasper Schmeichel, numero uno del Leicester campione d’Inghilterra. (Fonte: mirror.co.uk)

PORTIERI

Kasper Schmeichel (Leicester City)

David de Gea (Manchester United)

Hugo Lloris (Tottenham)

A protezione dei pali abbiamo scelto tre estremi difensori capaci di gestire alla grande le operazioni della propria squadra di appartenenza in fase arretrato, risultando veri e propri trascinatori: si tratta di Kasper Schmeichel, David de Gea e Hugo Lloris. Il primo – figlio d’arte (suo padre Peter è stato un’autentica leggenda del Manchester United e della Nazionale danese nel suo stesso ruolo) – ha vissuto un anno a dir poco magico, dando il suo fondamentale contributo nella vittoria del titolo da parte del suo Leicester con interventi da vero campione. Il secondo, invece, è risultato una delle poche certezze del Manchester United nella scorsa stagione, per poi diventare uno dei pilastri dei Red Devils di Mourinho e confermando la sua affidabilità a suon di parate, mentre il terzo ha permesso al Tottenham di risultare la miglior difesa della scorsa stagione (35 reti subite) e anche di questa prima parte dell’annata (13 gol incassati).

Toby Alderweireld, baluardo difensivo del Tottenham. (Fonte: fourfourtwo.com)

DIFENSORI

Wes Morgan (Leicester City)

Toby Alderweireld (Tottenham)

Laurent Koscielny (Arsenal)

Robert Huth (Leicester City)

Virgil van Dijk (Southampton)

Danny Rose (Tottenham)

Nicolás Otamendi (Manchester City)

Héctor Bellerín (Arsenal)

Grandi nomi anche tra i difensori: inevitabili le presenze di Morgan e Huth, centrali che con la loro fisicità ed abilità nel gioco aereo hanno dato importanti garanzie al Leicester campione, così come quelle di Alderweireld, autentico baluardo difensivo del solidissimo Tottenham, e Danny Rose, la freccia degli Spurs capace di rendersi pericoloso con le sue falcate improvvise sulla fascia sinistra. Spazio anche per i due Gunners Bellerín, cresciuto in maniera esponenziale dal punto di vista tecnico e mentale, e Koscielny, una fonte di sicurezza impressionante per Wenger. Completano il variegato pacchetto arretrato l’argentino Otamendi, che ha salvato il Manchester City in numerose occasioni tra la scorsa stagione e quella attuale, spegnendo in breve tempo le polemiche sul prezzo del suo cartellino, e l’olandese del Southampton van Dijk, che dopo aver avuto un buon impatto col calcio inglese è definitivamente esploso, attirando su di sé le attenzioni di importanti top club europei.

Dimitri Payet, uno dei migliori talenti in forza al West Ham. (Fonte: whufc.com)

CENTROCAMPISTI

Riyad Mahrez (Leicester City)

N’Golo Kanté (Chelsea)

Dimitri Payet (West Ham)

Dele Alli (Tottenham)

Eden Hazard (Chelsea)

Philippe Coutinho (Liverpool)

Kevin De Bruyne (Manchester City)

Mesut Özil (Arsenal)

Notevole imbarazzo della scelta a centrocampo, zona del campo in cui nell’anno solare si sono messi in mostra tantissimi campioni di livello. Sceglierne otto non è stato affatto facile, ma ci siamo riusciti: non potevano non esserci Mahrez e Kanté, protagonisti a modo loro del titolo vinto dal Leicester, il primo con giocate d’alta scuola e capolavori da applausi, il secondo per la grinta e il dinamismo che hanno consentito alle Foxes di avere quasi sempre la meglio nelle battaglie in mezzo al campo. Il francese si è poi trasferito al Chelsea la scorsa estate e con i Blues sta continuando a dimostrare tutto il suo valore. Della squadra di Conte c’è anche Eden Hazard, ritrovatosi nel 2016 dopo un inizio della scorsa stagione da dimenticare: il belga ha recuperato la sua brillantezza e la sua capacità di decidere le gare con una semplice giocata, tornando ad assumere un ruolo centrale nel progetto del Chelsea. Trovano posto anche il suo connazionale Kevin De Bruyne, elemento imprescindibile per il Manchester City e fin qui miglior assist-man di questa Premier League con 9 passaggi vincenti, e il brasiliano Coutinho, ormai consacratosi a Liverpool sotto la guida di Klopp, senza dimenticare il giovanissimo Dele Alli, sempre più trascinatore del Tottenham con i suoi gol e la sua personalità nonostante abbia soltanto vent’anni, e il jolly del West Ham Dimitri Payet, che nella scorsa stagione ha incantato in tutti i modi possibili, tra grandi giocate e gol d’autore. Non ha bisogno di presentazioni Mesut Özil, dispensatore di assist a raffica e fondamentale punto di riferimento per l’Arsenal.

Harry Kane, vincitore della classifica marcatori di Premier League nella scorsa stagione con 25 reti. (Fonte: squawka.com)

ATTACCANTI

Jamie Vardy (Leicester City)

Harry Kane (Tottenham)

Diego Costa (Chelsea)

Sergio Agüero (Manchester City)

Romelu Lukaku (Everton)

Alexis Sánchez (Arsenal)

Anche in attacco, ovviamente, ci sono grandi nomi che purtroppo non sono finiti nella nostra incredibile squadra. Abbiamo deciso di seguire le regole classiche del Fantacalcio, scegliendo dunque sei attaccanti, anche se forse il compito sarebbe stato più facile se ne avessimo inseriti almeno una decina. Ad ogni modo, i nostri sei finalizzatori sono quelli che si sono messi maggiormente in mostra nell’anno solare, guadagnandosi l’ingresso nel nostro Top Team: una spanna sopra tutti c’è Jamie Vardy, che l’anno scorso ha fatto emozionare il mondo intero per la sua storia, salendo sul podio dei bomber d’Inghilterra con 24 reti e portando il Leicester a vincere la prima Premier League della sua storia. Quest’anno il numero 9 delle Foxes non sta brillando come nella stagione precedente, ma ha avuto comunque modo di realizzare una tripletta al Manchester City. Dentro anche il Kun Agüero, autore anch’egli di 24 gol nella passata stagione e vero e proprio simbolo del Manchester City, Romelu Lukaku, che continua a segnare a valanga con la maglia dell’Everton e a trascinare i Toffees, ed Harry Kane, capocannoniere nella scorsa stagione con 25 reti e grande idolo dei tifosi del Tottenham. Chiudono il cerchio Diego CostaAlexis Sánchez, che quest’anno si stanno dando battaglia per succedere alla punta degli Spurs in vetta alla classifica dei goleador: al momento il centravanti spagnolo è in testa con 13 reti, ma l’esterno cileno – a quota 12 – non molla la presa.

Antonio Conte e Claudio Ranieri, i due tecnici del nostro Top Team di Premier League. (Fonte: independent.co.uk)

ALLENATORI

Claudio Ranieri (Leicester City)

Antonio Conte (Chelsea)

Dopo aver osservato nel dettaglio le nostre scelte per ciò che concerne i giocatori, è arrivato il momento di dare uno sguardo anche al nome dell’allenatore del nostro squadrone di Premier League: anche in questo caso la concorrenza era spietata, ma a vincere – per distacco – è il “nostro” Claudio Ranieri, artefice del miracolo del Leicester e pertanto prima scelta per la panchina del Top Team della Premier League per questo 2016. Anche il suo vice parla italiano: si tratta, infatti, di Antonio Conte, che nel giro di pochi mesi ha cambiato il volto del Chelsea, rendendolo una squadra aggressiva e battagliera e meritevole dell’attuale primo posto in classifica. L’anno della Premier League, come già anticipatovi, non si è ancora concluso: il sabato di calcio inglese propone grandi sfide, che analizzeremo con le nostre consuete fotografie di giornata dopo aver brindato a un nuovo, entusiasmante anno di divertimento e passione da vivere fino in fondo.

Fonte foto in apertura: abc.net.au

Dennis Izzo

Aspirante giornalista sportivo, collabora per Voci di Sport da luglio 2014 e si occupa di calcio in generale (in particolare Serie A, Premier League e Nazionale italiana) e - da aprile 2017 - di basket NBA. L'obiettivo è quello di trasmettere nei pezzi la propria passione, per far sì che i lettori siano sempre informati esaurientemente e che sia stimolata la loro curiosità.

Questo sito utilizza dei cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Continuando a navigare sul sito autorizzi automaticamente l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi