Il Napoli di Sarri e i suoi limiti

BOURNEMOUTH (dal nostro inviato)  Non c’è niente da fare. I tifosi del Napoli non riescono proprio a dormire sonni tranquilli. Dopo la sconfitta con l’Atletico Madrid, ci si aspettava almeno una risposta confortante a Bournemouth. Ma i ragazzi di Sarri, ancora una volta, pur avendo approcciato la gara in maniera encomiabile e dominato in lungo e in largo per tutta la prima frazione, sono riusciti a evitare la sconfitta soltanto nei minuti finali. Ok, si trattava di una semplice gara amichevole. Ma le amnesie difensive e i cali di concentrazione non sono segnali confortanti a una settimana dal preliminare di Champions League contro il Nizza di Mario Balotelli e del nuovo acquisto Wesley Sneijder.

Insomma, si è visto un Napoli dai due volti al Vitality Stadium. Contro i padroni di casa, che tra una settimana inizieranno la loro terza stagione in Premier League, Sarri ha schierato i suoi con il consueto 4-3-3. Fuori Milik e spazio al trio delle meraviglie Insigne, Mertens e Callejon, tre mine vaganti pronte a non a lasciare alcun punto di riferimento alla retroguardia avversaria. Rimane in panca anche l’altro polacco, Zielinski, e chiavi del centrocampo affidate al solito Jorginho.

 

I partenopei iniziano a predicare calcio fin da subito. I fraseggi mettono in confusione la difesa del Bournemouth, annidata nella propria metà campo per tutta la prima frazione, che, però, riesce a resistere alle avanzate degli azzurri. A mettere KO un ottimo Begovic ci pensa Mertens abile – e fortunato – a deviare in rete una conclusione a botta sicura di Insigne. Il Napoli sembra in giornata, trascinato dagli oltre cento supporter arrivati da ogni parte del Regno Unito, potrebbe bissare in più di un’occasione, ma l’ex portiere del Chelsea è una diga quasi insormontabile.

 

I ragazzi di Sarri funzionano ovunque. Sulle fasce HysajGhoulam difendono e spingono. A centrocampo Jorginho dirige, Hamsik inventa, pur non essendo mai troppo pericoloso. In avanti, quei tre, fanno vivere un primo tempo d’inferno alla difesa inglese. Albiol e Koulibaly, nella retroguardia dormono sonni tranquilli, ma quando chiamati in casa non regalano sicurezze a Reina.

 

La conferma arriva a inizio ripresa, quando Max Gradel entra indisturbato in area di rigore e serve a Benik Afobe, lasciato libero all’interno dell’area piccola, il più facile dei tap-in. Gli azzurri non reagiscono. Anzi, i cambi di Sarri mandano in confusione la squadra che si fa infilare anche il gol del 2-1 – Francis è abile a insaccare in rete, dopo una leggerezza del neoentrato Zielinski, che perde palla al limite dell’area. A quel punto, inizia il Sarri-show. Il tecnico del Napoli, innervosito con la terna arbitrale fin dai primi fischi a sfavore, diventa incontenibile.

A cinque dal termine arriva il pari di Zielinski che si fa perdonare l’errore precedente, insaccando il connazionale Boruc – subentrato a Begovic a inizio ripresa – che, con un’uscita imprecisa gli ha permesso di insaccare a porta sguarnita. Un 2-2 che evidenzia tutti i limiti di un Napoli straordinario in fase di palleggio e orchestrazione, ma con amnesie croniche in fase di ripiegamento.

Un plauso finale ai tanti tifosi del Napoli che, dal primo all’ultimo minuto, hanno incitato i propri beniamini, aspettandoli per due ore fuori dallo stadio per una foto ricordo, anche nel dopo-partita. L’unico a non sottrarsi ai flash è stato Zielinski, per la felicità dei supporter napoletani e anche dei tanti connazionali polacchi residenti a Bournemouth accorsi per assistere al match.

 

 

Andrea Motta

Giornalista, vive tra Londra e Catania. Le sue passioni iniziano per S: sport, social media e lingua spagnola. Nel Regno Unito ha studiato giornalismo. In Italia ha scritto l'eBook: "Inviati di guerra. Storie e protagonisti del giornalismo in aree di crisi". Da agosto 2014 al timone di Voci di Sport.

Questo sito utilizza dei cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Continuando a navigare sul sito autorizzi automaticamente l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi