Alex Berenguer: un nuovo esterno per il Toro di Mihajlovic

Alejandro “Alex” Berenguer è un nuovo calciatore del Torino. Ad annunciarlo il sito dell’Osasuna che rende pubbliche le cifre dell’affare: 5,5 milioni di euro più 1 di bonus. Beffato il Napoli, che seguiva questa pista da tempo, senza mai affondare il colpo decisivo, soprattutto dopo aver chiuso la trattativa per Ounas.

Ironia della sorte Berenguer nasce a Pamplona, terra di tori e toreri, il 4 luglio 1995. Caratteristica fondamentale di questo ragazzo è la versatilità, in quanto è in grado di essere impiegato nei modi più disparati: il suo ruolo naturale è quello di ala sinistra, ma, all’occorrenza, può essere impiegato come trequartista dietro le punte, come ala destra e addirittura come terzino destro. Il 22enne muove i suoi primi passi calcistici proprio nell’Osasuna, squadra nella quale farà tutta la trafila delle giovanili. A 19 anni fa il suo esordio nella squadra riserve in Tercera Division e chiuderà l’annata con 33 presenze e 9 reti. Le sue prestazioni convincono la dirigenza ad affidargli un ruolo primario all’interno della prima squadra. Alla prima stagione nel campionato maggiore spagnolo, Berenguer ha collezionato 38 presenze e 3 gol, numeri che non fanno onore alla mole di gioco prodotta dal ragazzo.

Berenguer
Berenguer in azione con la maglia dell’Osasuna

Berenguer non dispone di un fisico imponente, ma la sua altezza (175 cm)  e la sua longilineità (69 kg) lo portano ad essere una mina vagante per le difese avversarie: sin dagli albori della sua vita sportiva, il ragazzo dimostra una velocità fuori dalla norma e un’intelligenza tattica sbalorditiva che compensano una non eccelsa tecnica individuale. Quest’ultima peculiarità è il motivo per il quale Berenguer fatica a trovare con continuità la via della rete. Altre caratteristiche fondamentali di questo giocatore sono una discreta visione di gioco, capace di liberare i compagni al tiro e un buon tiro dalla distanza: Berenguer è stato autore di un gol bellissimo nella partita vinta dall’Osasuna per 1-0 a discapito dell’Alaves.

Essendo un destro che agisce sulla sinistra, nella pluralità delle azioni offensive del Torino, l’ala sinistra partirà sulla linea dell’out, cercherà l’1 vs 1 per accentrarsi e calciare, così facendo, il ragazzo può essere letale. Punto debole su cui Mihajlovic avrà tanto da lavorare è la freddezza sottoporta, infatti nell’1 vs 1 con il portiere, Berenguer ha un alto margine di errore. In partenza, lo spagnolo sarà un’alternativa a Ljajic e Iago Falqué, ma data la discontinuità di entrambi i titolari, avrà sicuramente le sue possibilità dal primo minuto.

Berenguer
Berenguer in un’esultanza con la maglia dell’Osasuna contro l’Alaves

Il Torino ha concluso quest’operazione con un blitz quasi immediato, approfittando dei tempi assai lunghi dei mediatori del Napoli, che non volevano andare oltre la richiesta di 6,5 milioni di euro dell’Osasuna. La cifra iniziale era di 9 milioni di euro, ma le grandi capacità di trattare di Cairo e Petrachi hanno fatto sì che la società spagnola accettasse la prima offerta proposta dal club granata, che così affianca a Lyanco un altro colpo di prospettiva. Il Torino ha un nuovo “Toro” a sua disposizione, vedremo se sarà in grado di far esultare la curva Maratona.

 

Questo sito utilizza dei cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Continuando a navigare sul sito autorizzi automaticamente l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi